Swinging in nothing: da Empoli il pop rock dei Boxes

0
Condividilo!

“Oscillare nel vuoto”, come quando tutto ciò in cui crediamo vacilla e ciò che ci circonda cambia completamente di significato, oscillando come un pendolo in una transizione fra un capitolo chiuso e un altro capitolo della nostra vita ancora tutto da scrivere.

Questo è il tema conduttore del nuovo singolo dei Boxes, I’m just looking at, inserito all’interno del loro nuovo EP, Swinging in Nothing, uscito l’11 maggio per l’etichetta indipendente (R)esisto di Ferrara.L’ep è composto da 6 brani (I’m just looking at; Lara; Graffiti; Swinging in Nothing; A Million Thoughts; All is Still)

Francesco Pucci, chitarrista dei Boxes, in azione

Il brano tratta il tema della ferita d’amore e dei mutamenti che questo stato d’animo provoca nella nostra psiche e nei nostri schemi mentali, stravolgendo completamente i significati che attribuiamo alle cose e al mondo circostante. Il cambiamento nel nostro punto di vista sulle cose ci porta ad una migliore conoscenza di noi stessi e di quelle che sono le nostre vere necessità.

Boxes: una breve storia

I Boxes nascono nell’ottobre 2013 da un’idea di Francesco Pucci. La formazione originale è composta da quattro elementi: Paolo Brandani (voce), Francesco Pucci (chitarra), Daniele Bianconi (basso) e Marco Chichi (batteria).

Boxes (Francesco Corsi, Mirko Catalano, Paolo Brandani, Francesco Pucci)

Nel dicembre 2014 incidono il loro primo disco: “BOXES“, luogo d’incontro di diversi generi musicali che si incrociano fra loro, reso compatto da semplici melodie pop. Il loro primo disco viene promosso dall’etichetta indipendente ferrarese (R)esisto, che lancia un nuovo singolo e un nuovo video: “I’ll take you there“.

Nel 2016 Daniele Bianconi e Marco Chichi lasciano il gruppo, e vengono sostituiti da Mirko Catalano al basso e da Francesco Corsi alla batteria. I nuovi innesti portano ad un cambio di sonorità, che culmina con la produzione del loro ultimo lavoro, l’ep Swinging in nothing.

Boxes in concerto

Swinging in Nothing: durezza rock, orecchiabilità pop

Gli sforzi e il lavoro dei nostri hanno portato ad un’opera contraddistinta da una sapiente e ben bilanciata miscela di diversi generi musicali, che trovano nelle melodie pop il giusto collante in grado di garantire la giusta orecchiabilità, piacevolezza e il giusto coinvolgimento ai brani.

Immediatezza e introspezione: parole chiave nella composizione e dei testi

Rispetto al precedente lavoro,  la composizione dei brani ha puntato maggiormente sull’immediatezza, sull’introspezione e meno sulla tecnica. Le atmosfere si fanno più malinconiche e i suoni più aggressivi, facendo emergere la loro vena rock (in particolare le chitarre distorte e i piatti della batteria dai timbri piuttosto squillanti e presenti).

Tempo, attesa e speranza in un futuro diverso: il pendolo continua a scorrere

I temi affrontati in questo lavoro sono essenzialmente quelli della speranza, dell’attesa e del passare del tempo senza che nella nostra vita avvenga nulla di significativo e di rilevante. Il dondolare nel vuoto come fase transitoria in cui ci lasciamo il passato alle spalle e attendiamo di percorrere un nuovo sentiero, osservando nel frattempo i cambiamenti e le trasformazioni che avvengono intorno e dentro di noi.

Un pop-rock fatto come si deve

Tirando le somme, trovo questo ep molto gradevole, orecchiabile e piacevole da ascoltare; c’è un giusto bilanciamento fra l’immediatezza e il coinvolgimento delle melodie pop con le sonorità più grezze e taglienti del rock, date in particolare dalle chitarre e dalla batteria, unite alla voce morbida ed espressiva di Paolo Brandani, ben amalgamata con gli altri strumenti, conferendo un atmosfera più calda, intima ed introspettiva ai brani. Bravi Boxes!

Autore

Nato nel 1991, studente di Giornalismo e cultura editoriale a Parma, appassionato di motori, sport, calcio e musica. Amante della lettura, del caro vecchio Rock n' Roll e super tifoso del Cagliari. Scrivo di musica perché sento di essere in debito verso questa nobile arte che tanto mi ha dato e a cui cerco di restituire qualcosa, sperando di render buon servizio.

Lascia un Commento