Il lampione

0
Condividilo!

La luce che si vede dalla salita di casa mia
fa venir voglia d’ammalarsi
di guardare le cose,
entrarci dentro
e stare male

le scarpe che vorrei togliermi per scenderla
sono così minuziosamente precise
che non le lavo mai.
Le guardo inerte
e sto male

senza, sarei decisamente un uomo d’affari.
Ne avrei un paio lucide e adatte,
avrei un palazzo stabile,
un mazzo di carte
e starei bene.

La punta della luce cade proprio sulla tua testa,
probabilmente ha letto il finale.
Trovo una matita
e lo scrivo:
Io sto bene.
Il lampione - 5avi

Autore

Classe '91, laureato in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione a Pisa. Attualmente studio "Storia delle Arti visive, dello spettacolo e dei nuovi media". Amo la musica ed ho una band nella quale canto e scrivo i testi. Sono appassionato ad ogni forma di scrittura, dalla sceneggiatura alla poesia, dal testo teatrale al romanzo.