Un tuffo nella nostalgia: gli Anni Ottanta a Pisa

1
Condividilo!

Gli Anni Ottanta sono tornati di moda

Cinema, fumetti, serie tv, musica e stile del decennio che vide esplodere la cultura pop, la fine della Guerra Fredda e molto altro ancora è ritornato, e sta dominando questo secondo decennio degli Anni Duemila. Fra remake di serie e film culto dell’epoca e prodotti nuovi che richiamano le atmosfere di quel periodo storico, vediamo sempre più eventi, manifestazioni e serate a tema che richiamo quegli anni passati con tutte le emozioni nostalgiche ad essi legate.  Una di queste è stata Gli Anni 80 Festival, che si è svolta a Pisa lo scorso weekend a Palazzo dei Congressi.

Gli Anni 80 Festival: buona la prima

La prima edizione, seppure di dimensioni ridotte, l’ho trovata carina, piena di cose interessanti e ben organizzata. Molti stand di associazioni legate a serie e film Anni Ottanta, una parte con stand di espositori (non molti, ma con una discreta varietà di gadget, fumetti e memorabilia dell’epoca),mostre fotografiche e informative legate al tema della manifestazione, un’esposizione di auto storiche e di auto protagoniste di film e serie tv e l’area dedicata ai concerti, conferenze e al wrestling.

Molto partecipata anche la bella serata musicale del sabato sera, con diversi dj che si sono alternati facendo ballare i ritmi degli Anni Ottanta e una parte “Hot” animata dallo staff del Penelope che ha fatto rivivere le atmosfere erotiche di quel decennio. Forse da ampliare la parte Street Food, ma gli stand presenti offrivano  ottima qualità, e sono sicuro che nelle prossime edizioni l’offerta verrà raddoppiata.

(L’esibizione dei membri dell’Empisa Star Wars)

Le associazioni presenti come la Squadra 17 Ghostbusters, Il Club Italiano Ritorno al Futuro o l’Empisa Star Wars Club, hanno proposto tutta una serie di attività (giochi, conferenze, parate) che hanno animato le due giornate, così come sono stati molto seguiti gli show di Wrestling della SIW o la gara cosplay a tema Anni Ottanta organizzata da Italian Cosplay.

Perché gli Anni Ottanta sono tornati di moda?

È la domanda che ho voluto porre ad alcuni dei protagonisti della manifestazioni e agli organizzatori de Gli Anni 80 Festival, attraverso una serie di interviste durante la fiera.

Iniziamo da Veronica, organizzatrice e presidente Big Ones, una delle associazioni partner dell’evento.

(Veronica, una delle organizzatrici dell’evento)

Cosa vi ha portato a organizzare una manifestazione legata agli Anni Ottanta?

Sia io che Alex (socio e fra gli altri organizzatori dell’evento, ndr) siamo appassionati di questo periodo e quando abbiamo visto che gli Anni Ottanta stavano ritornando di moda con il loro stile e le loro tematiche, abbiamo pensato che potevamo organizzare un evento che riproponesse a trecentosessanta gradi quelle atmosfere, quello stile e tutto ciò che è legato a questo periodo.

Secondo te come mai gli Anni Ottanta sono tornati così di moda? Qualcuno sostiene che sia causato da una mancanza di creatività nel mondo del cinema e delle serie tv, dovuta forse ai numerosi remake e reboot proposti. Cosa ne pensi?

Non penso siano tornati di moda per una semplice mancanza di idee, credo sia tornati perché quel decennio è ricordato come un periodo felice e gioioso, dove la gente si divertiva. Non è un caso poi che si guardi proprio a un periodo così in questo momento di crisi e pessimismo: gli Anni Ottanta furono la risposta al decennio precedente, che aveva visto un altro grande periodo di crisi e pessimismo, come da noi in Italia con gli anni di piombo.

Che bilancio fate di questa prima edizione?

Molto positivo, per essere stata la prima edizione, ha avuto una bella risposta di pubblico, sicuramente cresceremo nelle prossime edizioni e spero potremo portare questo format in giro per l’Italia; nelle prossime edizioni, vista anche la buona risposta, aumenteremo, oltre allo spazio espositivo, anche la parte musicale e degli spettacoli.

Andiamo da Guido, responsabile Ghostbusters – Squadra 17 Toscana.

(Guido, al centro, fra gli altri membri della Squadra17)

Fra le tante serie tv e film degli Anni Ottanta, perché Ghostbusters vi ha colpito più di altri?

Da piccolo gli Acchiappafantasmi erano il mio sogno impossibile, quello che non credevo avrei mai realizzato davvero, amavo i film e ho amato la serie tv. Da grande, quando ho trovato altri appassionati come me, ho indossato la tuta e ho portato in giro lo spirito giocoso e l’allegria dei Ghostbusters; ho visto che i sogni possono essere realizzati.

Si sente dire che il ritorno degli Anni Ottanta sia dovuto a una mancanza di idee nuove, causato anche dai molti remake e reebot di serie e film storici che si sta facendo, tu cosa ne pensi?

Probabilmente in parte è vero, ma questa “carenza di idee” sta permettendo ai fan di rivedere serie e film della loro infanzia, di nuovo su grande e piccolo schermo.

Come è nata la Squadra17?

È nata da una idea mia e di Maikol, un altro dei responsabili del gruppo. inizialmente eravamo una coppia di cosplayer nata per proporre le creazioni di Maikol – che è un’ottimo prop maker –, poi siamo cresciuti con altre fantastiche persone che si sono unite a noi e hanno creato la Squadra17 che vedi oggi.
Noi oggi siamo un’associazione che si diverte ad animare le fiere che hanno il piacere di ospitarci con la nostra simpatia e il nostro spirito di squadra, ci sentiamo una famiglia e la portiamo in giro per l’Italia.

 Impressioni sulla manifestazione?

Gli Anni 80 Festival è una bella manifestazione, ci siamo trovati molto bene, conoscevamo già gli organizzatori per l’esperienza dello scorso anno ad Area 51, sempre a Pisa (una manifestazione-convention dedicata al Sy-Fy, ndr), sicuramente non mancheremo alle prossime edizioni.

E adesso vogliamo verso un altro cult, ovvero da Flavio e Maurizio, rappresentanti del Club Italiano Ritorno Al Futuro.

(Flavio e Maurizio del Club Italiano Ritorno Al Futuro)

Fra le serie e i film degli Anni Ottanta, perché avete scelto Ritorno Al Futuro?

Flavio: Sono affascinato dai viaggi nel tempo fin da piccolo, quando ho visto per la prima volta Doc e Marty e la DeLorean  in Ritorno al Futuro, che viaggiavano fra passato e futuro, mi sono appassionato subito a questa saga e tutto quello che è legato ad essa.

Alcuni sostengono che il ritorno degli Anni Ottanta sia dovuto a una mancanza di idee nuove, cosa ne pensate?

Flavio: Forse perché nel mondo del cinema e delle serie tv si tende sempre a riproporre e riciclare ciò che ha già funzionato. Inoltre, è un decennio che conta davvero tantissimi appassionati legati a tanti tipi differenti di prodotti e saghe, e probabilmente nasce spontaneo riprendere quel periodo e farlo tornare di moda.

Come nasce il Club italiano di Ritorno al Futuro?

Maurizio: Il Club nasce inizialmente come forum e sito su internet nel 2005, creato da Nicola (il fondatore, scomparso nel 2010, ndr), che organizzò anche il primo raduno nazionale, sempre nello stesso anno. Con la scomparsa di Nicola, io, Guido e Alessio, assieme agli altri membri, abbiamo creato la Pagina e il Gruppo fb e poi il Club, mentre dallo scorso anno siamo anche una Associazione culturale no-profit.

Che impressioni avete sulla manifestazione?

Flavio: Sicuramente da elogiare gli organizzatori, fra cui voglio citare Riccardo e Tamara, per la manifestazione, l’idea di un festival Anni Ottanta la trovo molto buona e spero venga sviluppata ancora meglio nelle prossime edizioni.

Passiamo al wrestling, con Marco “Tempesta”, vicepresidente e lottatore SIW – Scuola Italiana Wrestling.

(Marco “Tempesta” della SIW)

Gli Anni Ottanta hanno molte sfaccettature, perché hai scelto il Wrestling?

Marco: Da ragazzino quando vidi il wrestling per la prima volta, era una novità assoluta. Lo seguivo prima con il catch sulle reti locali commentato da Fusaro e poi con la WWF commentata da Peterson su Italia1: quei personaggi sopra le righe, quei costumi assurdi e sgargianti, che eseguivano mosse assurde, mi hanno conquistato da subito. Quando ho scoperto che si praticava in Italia, è stato un attimo decidere di salire sul ring e realizzare il sogno di essere un lottatore di wrestling.

Secondo te come mai gli Anni Ottanta sono tornati così di moda?

Marco: Credo che gli Anni Ottanta siano tornati di moda grazie anche al fatto che è ricordato come un periodo felice e spensierato, ma anche come un periodo di grande creatività e originalità. Pensa a quanto la cultura Anni Ottanta ha influenzato, nei decenni successivi, la musica, lo stile, la creatività; inoltre, le mode sono cicli che tendono sempre a ritornare e riproporsi nel corso della storia.

Come nasce la SIW?

Marco: La SIW nasce dalla volontà mia e di Alex Flash, altro fondatore e lottatore della federazione, di creare un prodotto di qualità nel panorama del wrestling italiano. La SIW – Scuola Italiana Wrestling non è solo una federazione che realizza show, ma anche una scuola nata per formare e aumentare la qualità degli atleti e del prodotto che viene offerto sul ring, con corsi e seminari di wrestling tenuti da esperti e lottatori professionisti italiani e internazionali.

Che impressioni hai avuto sulla manifestazione?

Marco: Ottima impressione, ringraziamo l’organizzazione per averci permesso di portare il wrestling a questo evento. Il pubblico e i visitatori ci hanno apprezzato molto e abbiamo avuto davvero un’accoglienza calorosa. Come SIW non vediamo l’ora di essere presenti anche alle prossime edizioni per nuovi Show e per far conoscere i nostri atleti.

Nostalgia Anni Ottanta che piace

 In conclusione, il bilancio non può che essere positivo. Spero di vedere crescere questa giovane manifestazione anche nelle prossime edizioni, visto che ha tutti i numeri per ritagliarsi un suo spazio e diventare un appuntamento fisso nel panorama toscano e italiano.

(I partecipanti alla Gara Cosplay)

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen”

Di seguito, alcuni Link utili:

Pagina FB Evento 80: https://www.facebook.com/80evento/

Sito Ufficiale Anni 80: http://www.80evento.it/

Autore

Nato e cresciuto nel Valdarno. Appassionato di Fotografia, Fumetti, Musica & Festival. Segue con la sua macchina fotografica le principali fiere del fumetto italiane e gli eventi musicali in Toscana. Fra le altre passioni, Cinema, Serie TV e segue e documenta la scena italiana del Wrestling da diverso tempo. Dal 2015 faccio parte di questa grande famiglia di 5Avi, con Nerd 4 Dummies.

1 commento

  1. Pingback: Un Tuffo nella Nostalgia: Gli Anni 80 a Pisa – Scalzi Quotidiani

Lascia un Commento