Firenze Comics 2018: il reportage della seconda edizione

1
Condividilo!

Firenze Comics ha festeggiato la sua seconda edizione. Dopo la prima edizione che si svolse a Calenzano nella struttura della Discoteca/Polo Fieristico MDA, quest’anno la manifestazione si è ulteriormente avvicinata a Firenze. La seconda edizione si è tenuta lo scorso weekend nella cornice dello Spazio Reale  di S. Donnino (FI), dove sono andato a seguire la fiera.

Firenze Comics: buona la seconda

La seconda edizione sembra dimostrare che l’organizzazione ha fatto fruttare l’esperienza maturata nella prima edizione, dove alcune criticità erano emerse, ma qui sembrano essere state subito risolte.

Meno giorni – due concentrati nel weekend, contro i quattro della prima –, orario continuato ma più contenuto (complice la location, si era puntato molto su serate musicali in tutte le giornate, ma in contemporanea, gli stand erano attivi, cosa che aveva generato alcuni malumori con gli standisti), location decisamente più ampia e sfruttabile e con spazi per ingrandirsi nelle prossime edizioni, al contrario dei limiti fisici che la struttura dell’MDA avrebbe evidenziato.

(Cosplayer di Dragon Ball)

Lo Spazio Reale è un’ottima scelta per espandersi nelle prossime edizioni, visto i diversi ambienti, esterni e interni, che permettono di sfruttare spazio per stand ed eventi. Lo dimostra anche l’ottima risposta del pubblico (che mi ha davvero stupito) in entrambe le giornate.

L’unico limite della struttura? I parcheggi, forse adatti per la normale attività ma non sufficienti per ricevere il boom di visite della fiera. Per le prossime edizioni, organizzare qualche area sosta temporanea attigua attrezzata appare la soluzione ideale, o organizzare una navetta con aree sosta magari alle Piagge, ad esempio.

Fumetti e stand: in crescita

Anche questa edizione ha visto come ospiti a rappresentare il fumetto numerosi autori indipendenti e nomi del fumetto d’autore: da collettivi come I Raccattati a Clair Thompson (autrice di Lexark), Domenico Martino (NRD) o disegnatori e concept artist come Piero Celli o Daniele Procacci.

Bene anche la presenza di autori fantasy come Deborah Zanini (La Stirpe del Drago) o Roberto Saguatti (Stoneland) .

Dare spazio alle autoproduzioni e al fumetto indipendente è una buona cosa, ma per le prossime edizioni mi piacerebbe vedere coinvolta anche qualche casa editrice più grande, che attirerebbe sicuramente maggiore pubblico (penso magari a Shockdom o alla Bao, se vogliamo rimanere nell’ambito di case editrici che sviluppano autori emergenti).

Gli stand

Sono sicuramente aumentati gli standisti presenti e anche l’offerta (io ho apprezzato molto lo stand del Sidro e delle birre), ma anche qui è auspicabile che la quantità e la qualità degli stand presenti aumenti nelle prossime edizioni. Bene anche concedere spazi ad associazioni come la Squadra 17 dei Ghostbusters, la The Aweknes Star War Crew, Marvel Cosplay Italia o Batman in Città Cosplay, che hanno anche svolto diverse attività nella due giorni.

Supereroi, fantascienza e videogiochi: il target giusto

Girando diverse fiere ho visto come molte manifestazioni abbiano puntato, negli anni, a determinati target di pubblico: Se, ad esempio, eventi come la Festa dell’Unicorno siano virati verso il fantasy, oppure manifestazioni come Romics puntino ad esempio sugli Youtuber e i personaggi dello spettacolo, credo che Firenze Comics abbia trovato la sua caratterizzazione nel puntare maggiormente sulle serie legate ai supereroi o al fantascientifico.

I raduni organizzati dai gruppi ufficiali legati all’universo Marvel, DC o Star Wars o a serie e videogiochi come Overwatch o Dragonball hanno dimostrato non solo che i fan di queste serie sono numerosi, ma che sono una scelta vincente per caratterizzare la manifestazione fiorentina.

(Spider Gwen e Mary Jane)

Credo che anche nelle prossime edizioni si debba puntare verso questa tematica, che non solo si sposa bene anche con la location della manifestazione, ma permette di attirare fans di più serie (da quelle che legge i fumetti Marvel/DC a quello che invece segue solo le serie tv o i film). Sarebbe interessante in tal senso se nelle prossime edizioni si puntasse magari a organizzare incontri con personaggi o doppiatori di queste serie, per dare maggiore risalto alla manifestazione.

Il cosplay protagonista a Firenze Comics

 Anche in una manifestazione giovane come Firenze Comics, il cosplay è un punto importante anche in questa fiera. Molto interessanti sono i workshop tenuti dalla ospite della manifestazione, la  cosplayer italiana Gloria Sweet Angel, che ha visto molti cosplayer e curiosi partecipare alle conferenze tenute per imparare i primi passi in questo settore.

(Gloria SweeT Angel durante un WorkShop)

Partecipate e molto seguite le gare cosplay tenute sul palco e organizzate e gestite da Azione Cosplay Prato, che ha visto più di 120 partecipanti nelle due giornate di gara, con ricchi premi (come un Viaggio alle Canarie per il vincitore) e trofei per i partecipanti.
Bene anche, come già scritto, la partecipazioni ai raduni a tema organizzati da vari gruppi e associazioni cosplay, che hanno calamitato curiosi e fotografi durante la giornata a seguire i gruppi.

Una fiera che può crescere, a piccoli passi

In conclusione, Firenze Comics è una fiera che ha un potenziale di crescita, visto già i miglioramenti fatti nella seconda edizione. Per il futuro consiglio di continuare in una crescita uno Step alla volta, ma costante: dal migliorare la qualità dell’offerta degli stand proposti, al coinvolgere case editrici più importanti e conosciute nel settore fumettistico (ma sempre con un’occhio di riguardo alle produzioni indipendenti), oltre a aumentare l’offerta di eventi nella manifestazione (mi è dispiaciuto che non ci sia stato almeno un concerto a tema, ad esempio, spero che il prossimo anno sia nuovamente inserito nel programma della fiera).

Un altro suggerimento è prevedere ulteriori promozioni sul biglietto d’ingresso: ottima l’idea di incentivare il cosplay con l’ingresso omaggio, bene le varie fasce di prezzo (adulti/minori/abbonamenti); punterei ad eventuali sconti per chi viene con mezzi pubblici o studenti, che rappresentano una grossa fetta dei visitatori delle fiere.

(Un momento della Gara Cosplay)

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen”

E come sempre, un po di link utili per seguire questa fiera:

Sito Ufficiale Firenze Comics: http://www.firenzecomics.com/

Pagina FB Firenze Comics: https://www.facebook.com/firenzecomics/

Instagram Firenze Comics: https://www.instagram.com/firenzecomics/

Canale Youtube Firenze Comics: https://www.youtube.com/channel/UCNdzXKIyqsaggddLre_Krig

Autore

Nato e cresciuto nel Valdarno. Appassionato di Fotografia, Fumetti, Musica & Festival. Segue con la sua macchina fotografica le principali fiere del fumetto italiane e gli eventi musicali in Toscana. Fra le altre passioni, Cinema, Serie TV e segue e documenta la scena italiana del Wrestling da diverso tempo. Dal 2015 faccio parte di questa grande famiglia di 5Avi, con Nerd 4 Dummies.