Francesco Bottai live all’Ottobit di Montelupo Fiorentino

0
Condividilo!

Sabato 9 dicembre, Francesco Bottai ha presentato il suo progetto solista Vite Semiserie (Labella), al pubblico dell’Ottobit, live club di Montelupo Fiorentino.

Francesco Bottai
(Immagine via pagina Facebook ufficiale)

Bisogna tornare un attimo indietro.
Riavvolgiamo il nastro e arriviamo al 28 gennaio 2017, quando il duo pisano Gatti Mézzi si è esibito per l’ultima volta al Lumiere di Pisa.
I Gatti hanno annunciato una pausa della durata di due anni, ma promettono di tornare.
Per chi non li conoscesse, sto parlando di Francesco Bottai e Tommaso Novi; Novi, come Bottai ha una carriera solista sul nascere e ha pubblicato un album, Se mi copri rollo al volo (Vrec), presentato ad aprile al Deposito Pontecorvo e portato anche a Bella Livorno, la serata a scopo benefico post alluvione.

Bottai all’Ottobit

Qui, Bottai (chitarra e voce) è accompagnato da Mirco Capecchi al contrabbasso, già nei Gatti Mézzi, e Daniele Aiello al piano.
La scaletta del concerto include pezzi del nuovo progetto e dei Gatti Mézzi, come l’intramontabile Cacciucco blues da Struscioni. L’atmosfera era rilassata e non sono mancate l’ironia di sempre e una buona dose di vernacolo: niente tristezza, solo voglia di stare bene. Il pubblico ha gradito ed è bello che sia un pubblico giovane.

Vite Semiserie

Il suo nuovo lavoro contiene nove nuove canzoni, un po’ malinconiche, un po’ malincomiche. Vi consiglio l’ascolto. È uno di quei dischi da ascoltare di giorno, di notte, sotto la panca, sopra la panca, dove e come vi pare. Bottai rinnova alcune collaborazioni passate, tra cui quella con l’attore Paolo Migone, presente nel brano Gli Artisti e nel video ufficiale del brano

Nell’attesa del ritorno dei Gatti Mézzi, godiamoci l’ascolto di nuove chicche inedite.

(Immagine in evidenza via pagina Facebook di Francesco Bottai)

Autore

Babbo toscano e mamma siciliana. Mi piace andare al mare e guardare i film di Paolo Virzì. Vorrei essere meno pigra.

Lascia un Commento