Identità performate: Owen Eric Wood

0
Condividilo!

Cos’è il genere? Cosa l’identità? Come possono diventare arte? Il videoartista Owen Eric Wood ne studia e performa gli effetti

Sono molte le domande esistenziali che hanno segnato la vita dell’uomo. A partire proprio dalle famose “chi siamo?” e “dove andiamo?”. Ma davvero, chi siamo? Cosa è uomo, cosa donna? Ciò che spesso diamo per scontato potrebbe in realtà essere molto più complesso di quel che sembri. Parlare di genere e di identità richiederebbe forse un’eternità, e non sarebbe mai abbastanza.

Ma la vera, semplice domanda resta una: cosa resta di noi una volta spogliati dai nostri corpi e dalle nostre identità sociali

Il videoartista Owen Eric Wood ha fatto di questa domanda il vero fulcro della propria arte. In un continuo processo di esplorazione e di ricerca di risposte, l’artista canadese tocca tutti i punti necessari ad una messa in discussione dei paradigmi sociali. Sfruttando la ripetizione dell’immagine, proietta spesso i video su superfici anomale quali letti o cuscini. L’immagine resta quindi sospesa, evanescente, mai fissa. Allo stesso modo in cui è difficile comprendere davvero quali siano le nostre identità, quale la nostra essenza, l’immagine sfugge ai nostri occhi. Resta presente solo un labile, perenne tentativo di afferrarla e cristallizzarla: tentativo destinato a fallire.

In altri casi, in video monocanale come The Clothes Make the Man, mostra gli stereotipi di genere legati alle nostre figure.  Al centro della rappresentazione lo stesso artista, che come spesso accade ne è anche il soggetto principale.

Performare un genere, un’identità, è qualcosa che facciamo – inconsciamente – ogni giorno. Il famigerato Gender ci mostra quanto fragili e contestuali siano in realtà la mascolinità e la femminilità. Ciò che è virile e ciò che è femmineo cambia di cultura in cultura, di epoca in epoca, da un’area geografica all’altra. Una volta compreso quindi quanto variabile esso sia, siamo in grado anche di rompere ogni schema, preconcetto o costrutto sociale di sorta. E ne rinasciamo: più liberi, più nuovi, più forti.

Autore

Sono una persona che ha molte difficoltà nel descriversi, meno difficoltà nel ciarlare ed infinite nel relazionarsi col mondo. Eterno ignorante, fra mille dubbi l'unica certezza rimasta è che la dieta la inizio lunedì prossimo.