È uscito “Io ti amo Calimero”. Il nuovo singolo de Il Colle

0
Condividilo!

Oggi vi portiamo nel nostro salottino a conoscere un gruppo di giovani (“ultimi”) romantici, che ci accompagneranno per il mare nero nero alla ricerca di… che cosa?
Chi sono? Quali sono i loro progetti? Anteprime sul disco di settembre? Ecco l’intervista a Il Colle.

  • Un videoclip allegro e spensierato: di cosa parla la canzone?

Calimero è la storia di questo personaggio – ma te la voglio spiegare brevemente e senza tanti fronzoli – un po’ così. L’uomo, il maschio, non ha due cervelli bensì quattro: il cervello, lo stomaco, il cuore, e ovviamente il pene. Affinché una relazione possa funzionare correttamente cuore e pene devono avere il giusto equilibrio. Calimero ha i valori un po’ sballati, e chiede quindi aiuto alla sua lei: «Famme retrova’ l’ammore!».

  • Un disco tra l’altro realizzato grazie a una campagna di crowdfunding. Solo una moda passeggera o consigliereste ai gruppi emergenti di raccogliere fondi in questo modo?

Mitico crowdfunding! Ancora ci devono arrivare i soldi!
Io, personalmente, consiglierei a tutti di farlo; è un ottimo modo per coinvolgere le persone che seguono il progetto e per conoscerne di nuove. Certo, è una cosa che va spammata a più non posso, quindi c’è anche l’altro lato della medaglia: si rischia di essere presi in antipatia da un’altra fetta di persone. Però oh, cavoli loro!
Noi l’abbiamo fatto per un effettivo bisogno economico e sinceramente non credevamo nemmeno di farcela. Siamo rimasti contenti perché ci siamo sentiti supportati tantissimo e abbiamo raggiunto il target prima della scadenza.

  • Come nasce il progetto il Colle?

Sostanzialmente da un forte bisogno di comunicare qualcosa e da una necessità di espressione. E poi perché col Cecco il pomeriggio ci annoiavamo e la droga costava troppo. Scherzi a parte, il progetto Colle ufficialmente nasce nel 2012, ma con varie formazioni e vari tentativi già dal 2009 o giù di lì, nella camera da letto del Cecco, il batterista del gruppo.

  • Come avete vissuto l’esperienza dello studio di registrazione?

Cecco: Eh, è stato un percorso lungo e tortuoso. Sicuramente una bella esperienza. Mi sono divertito molto e messo alla prova a tal punto che credo di aver sconfitto il click, anzi, me lo sono fatto amico. Adesso siamo inseparabili. Pensa che la mia sveglia parte a 190 bpm!

  • Come avete realizzato l’album? Come si chiamerà?

L’album lo abbiamo realizzato con il sudore e la fatica. Lo volevamo tantissimo e da tantissimo, ma non eravamo mai pronti. Appena abbiamo avuto l’occasione ne abbiamo approfittato e ci siamo messi sotto. Il titolo? Ancora non lo vogliamo svelare. Non domandarci perché, non lo sappiamo nemmeno noi!  Ci piacciono le sorprese.

  • In avvicinamento alla data di uscita del disco, sarà possibile assistere a qualche vostro concerto?

Sì. Il disco ufficialmente uscirà a settembre, ma lo promuoveremo da questo mese (giugno) con date e interviste radio. Ecco gli appuntamenti (in aggiornamento):

11/06 Academie Fratellini, Parigi
13/06 Orme radio (intervista)
15/06 Radio Lady (intervista)
17/03 Festa della musica, Torino
22/06 Festa della birra, Bassa
25/06 Marcignana (Empoli)

https://www.youtube.com/channel/UCHbxom82cZq4IKWCsTTTofw

Autore

Nasco a San Miniato nell’estate del 1990. All’età di tre giorni mi trasferisco a Gavena dove tuttora vivo. Fino a tredici anni volevo diventare il più grande calciatore della storia, l’incontro con il rock ha cambiato tutto. Tra una suonata e l’altra, nel 2014 mi laureo al Dams di Firenze.