Cruelty free

0
Condividilo!

Oggi voglio toccare un argomento “scomodo” che sicuramente farà discutere e dividerà i lettori, ma è giusto scoperchiare la pentola e approfondire la questione.

Parliamo del Cruelty free.

63584949852470988258084115_crueltyfree

Tutti ne abbiamo sentito parlare, pochi realmente sanno di cosa si parla e da dove nasce questa campagna contro la sperimentazione animale.

L’11 marzo 2013, in Europa entra in vigore il divieto totale per i test su animali nei prodotti cosmetici. 

Il che significa che nessun prodotto (shampoo, bagnoschiuma, makeup, crema da barba, sapone, creme di ogni tipo, ecc.) dopo l’11 marzo 2013, in qualsiasi nazione del mondo il test sia stato eseguito, potrà essere venduto in Europa. Si tratta di un traguardo importante, che è stato raggiunto in Europa per la prima volta nel mondo, dopo 20 anni di battaglie.

Vediamo da vicino quali erano I test condotti:
– tossicità ripetuta: dosi di sostanza da testare per periodi di tempo lunghi, che vengono svolti per tutta la durata della vita dell’animale.
– tossicità riproduttiva: la capacità della sostanza di creare difetti nella prole, quando somministrata a un animale in gravidanza.

Il divieto dell’11 marzo ha eliminato questi test, vale a dire: in Europa non possono essere venduti prodotti che contengono ingredienti sviluppati appositamente per il campo della cosmesi che siano stati testati su animali. Questo divieto è particolarmente importante e sarà l’elemento chiave per far diminuire la vivisezione anche in altri campi.

ttttttt
Purtroppo il divieto non implica che nei cosmetici acquistati in Europa da ora in avanti non troveremo più nuovi ingredienti testati su animali (e dunque non possiamo “mettere in pensione”, come speravamo, le liste di marche cruelty-free), e sottolineiamo che comunque il divieto NON vale per i detersivi e prodotti per la casa. Dopo aver spulciato qualche sito web per capire quali prodotti e quali norme un consumatore dovrebbe attuare per il rispetto dell’ambiente in cui vive e dei suoi abitanti, sono riuscita finalmente a trovare una lista cruelty free che mi soddisfacesse.

Spieghiamo che La lista delle aziende “cruelty-free” è compilata tenendo conto dell’adesione allo Standard “senza crudeltà” attraverso la certificazione ICEA(società indipendente di auditing) dietro accordo con LAV – Lega Anti Vivisezione.

ttttt
Non è semplice, però , trovare una lista dove sono elencati cosmetici commerciali di marche comuni.
La mia difficoltà è nata proprio durante questa ricerca.
Inutile stampare una lista con prodotti ad alto costo, introvabili, sconosciuti e non reperibili. Cerchiamo invece nel quotidiano .
La mia bontà non ha fine, e in questo articolo mi limiterò a parlare solo di quei prodotti conosciutissimi che tutti usiamo .

Buone notizie per gli amanti di BOTTEGA VERDE

_fonte informazioni: Adesione allo Standard con Certificazione ICEA
_reperibile presso: Negozi della catena Bottega Verde e on-line
_NO test dall’anno: 2010
Io sono sempre stata una fan di questa marca perché, oltre ad avere costi ragionevoli, i prodotti sono molto buoni.
Cosa da non sottovalutare : ogni mese hanno qualcosa da proporci a metà prezzo!

L’ERBOLARIO
_ Adesione allo Standard con Certificazione ICEA
_reperibile presso: Negozi di alimentazione biologica, Erboristerie
_NO test dall’anno: 2006
_ingredienti animali: in alcuni prodotti miele, propoli, cera d’api, pappa reale
Ottimo prodotti anche per l’ erbolario . Un marchio classico , forse un po’ più costoso .

Schermata 2016-02-04 alle 14.28.16

BIOFFICINA TOSCANA
_ Adesione allo Standard con Certificazione ICEA
_reperibile presso: Negozi di alimentazione biologica, Erboristerie
_NO test dall’anno: 2009
_ingredienti animali: In alcuni prodotti Miele
Questa marca non la conosco , ma dal momento che producono in Toscana merita di essere citata.
Se riuscite a trovarla , fatemi sapere !

I PROVENZALI
_Adesione allo Standard con Certificazione ICEA
_reperibile presso: Supermercati
_NO test dall’anno: 2003
Molto buono la shampoo!!!

LUSH
_ Certificazione NatureWatch
_reperibile presso: Catene in Franchising
_NO test dall’anno: 1998
_ingredienti animali: Quando non indicato con V (vegan) il prodotto è latto-ovo-vegetariano

Prodotti un pò cari per I miei gusti , ma il negozio e I commessi hanno qualcosa di  originale che merita. Entrate nel negozio e provate qualche “intruglio” miracoloso.

Come ultimo, ma non di minore importanza, voglio parlarvi di un prodotto tutto made in Italy: Davines.
Nel 1983 a Parma la famiglia Bollati, inventa la linea super ecologica di prodotti per la cura dei capelli.
Totalmente bio, ad impatto zero e cosa più importante nessun prodotto testato sugli animali, Posso garantirvi personalmente l’ottima qualità della linea Davines, poichè le mie parrucchiere (NOI – Flair For Glamour) hanno scelto di adottarla.

NOI – Flair For Glamour

llllll
Da oggi possiamo prenderci cura dei nostri capelli e allo stesso tempo dell’ambiente nel rispetto della natura in vero stile green.
Per essere sicuri che I cosmetici acquistati siano realmente iscritti alla lista cruelty free basta cercare nel flacone il famoso coniglietto saltellante (o uno dei due simboli che vedete nell’immagine qui sotto se vi trovate in paesi esteri).

cruelty-free-bunny-logo-symbol
Lui ci dà la certezza che stiamo facendo la cosa giusta.
Ognuno è libero di vivere la vita seguendo le proprie regole ma con pochi accorgimenti possiamo, nel nostro piccolo, fare qualcosa di importante per il futuro.

Autore